Mario Corona su Walt Whitman

Martedì 13 marzo Mario Corona sarà ospite di SEMPER – Seminario permanente di poesia diretto da Pietro Taravacci e Francesco Zambon terrà una conferenza dal titolo Walt Whitman: un poeta, tanti poeti.

Un incontro atteso e prezioso quello di SEMPER – Seminario permanente di poesia diretto da Pietro Taravacci e Francesco Zambon con Mario Corona, curatore e traduttore del recente Meridiano sull’ultima edizione di Foglie d’erba di Walt Whitman (già aveva curato per Marsilio la più breve edizione del 1855), un poema organico scritto dal 1855 al 1892 cresciuto con la vita del poeta da 12 fino a 389 poesie. Whitman ha ricercato una poesia distintamente americana, ha riscattato la sessualità dal silenzio nella tradizione poetica, ha cantato la democrazia in quanto nazione americana e quindi si è confrontato con il confine tra nazionalismo e imperialismo.

Nella sua introduzione meticolosamente documentata e persuasivamente non compromissoria, dal titolo accattivante “La gallina furtiva e il gatto dalla coda troppo lunga”, Corona ci porta a conoscere tanto Whitman poeta civile quanto la compagnia di contemporanei e suoi successori che ci permettono di contestualizzare e descriverne l’opera. Corona ci mette in guardia dallo stile travolgente di Whitman, simpatizza con chi leggendolo si sente travolta dal fiume dei suoi versi, ci conduce ad apprezzare i componimenti più compatti e ci conforta con un apparato di centinaia di note. La sua traduzione restituisce in una lingua a noi più vicina il plurivocalismo di Whitman che, come dice il titolo del suo intervento, è un poeta ma al contempo tanti poeti. Soprattutto Corona ci conduce dentro le sfumature più oblique e allusive del discorso whitmaniano sulla sessualità e sul desiderio, travolgente nella sua nonconformità al costume e alla morale del tempo e dirompente ancora oggi per la sua capacità di trascendere qualsiasi concezione normativa di genere.

Mario Corona condividerà con noi la scelta di affrontare la traduzione di un’opera estremamente disomogenea per stile e per contenuti, si soffermerà sulle versioni di due componimenti brevi da Calamus (“Two Boys Clinging Together” e “To a Stranger”) e discuterà in particolare del patriottismo di Whitman e della sua tematizzazione della sessualità per aprire quindi a una conversazione con il pubblico.

L’incontro si terrà in aula 001 presso il Dipartimento di Lettere e Filosofia in via Tommaso Gar, 14, alle ore 17:00. Vi aspettiamo numerosi!

Annunci

Calendario SEMPER febbraio-giugno 2014

La seconda edizione di SEMPER – Seminario Permanente di Poesia – prevede un calendario ricco di incontri. Lo scopo di SEMPER è portare avanti una riflessione sulla poesia quale atto creativo (la poesia come ars, lavoro artigianale sulle parole), oggetto ermeneutico (la poesia come linguaggio da interpretare e analizzare), momento di meditazione (la poesia come mezzo per esprimere una visione del mondo. Con questo spirito, nel Seminario si alterneranno critici di fama internazionale e poeti. Tra i poeti, gli italiani Luciano Cecchinel, Guido Mazzoni e Mario Benedetti ci parleranno della loro opera, mentre due poeti arabo-canadesi, Iman Mersal e Georges Abou-Hsab, affronteranno il tema della creazione lirica dal loro punto di vista di poeti migranti. Tra i critici María José Flores tratterà il poeta spagnolo J.M. Caballero Bonald; Mario Corona offrirà un’analisi della poesia di Walt Withman; Eva Varcarcel approfondirà il concetto di poesia come strumento di conoscenza in J.A. Valente; Pietro Taravacci presenterà l’opera dello spagnolo C. Rodríguez; Andrea Comboni chiuderà gli appuntamenti del primo semestre parlando dei poeti dialettali del Rinascimento. Si segnala inoltre un incontro di studio dedicato al “grande fabbro” della poesia novecentesca Ezra Pound, il cui interesse per il Medioevo, in rapporto alla sperimentazione modernista, sarà al centro della discussione condotta da Roberta Capelli e Massimo Bacigalupo, con gli approfondimenti di Corrado Bologna, Lorenzo Fabiani, Carlo Pulsoni e la partecipazione della figlia del poeta, Mary De Rachewiltz.

Ecco la locandina con il nuovo calendario:

Valcarceljpg

Potete scaricare QUI la locandina.