Presentazione dell’Atlante dei canzonieri in volgare del Quattrocento

L’edizione 2017 di SEMPER – Seminario permanente di poesia diretto da Pietro Taravacci e Francesco Zambon si chiude con la presentazione di un volume importante per tutti gli studiosi di poesia e di letteratura italiana: l’Atlante dei canzonieri in volgare del Quattrocento, a cura di Andrea Comboni e Tiziano Zanato (Firenze, Edizioni del Galluzzo 2017).

L’Atlante dei canzonieri in volgare del Quattrocento colma un vuoto negli studi di un secolo tradizionalmente poco valorizzato. Si tratta di un vasto repertorio di liriche (76 sono gli autori presi in considerazione) che si presentano o tendono a presentarsi in forma di libro d’autore, organizzato secondo diversi livelli testuali. Ogni canzoniere viene descritto sulla base di uno schema standard che comprende una sezione filologica (titolo, testimonianze, tradizione) e una serie di notizie relative al macrotesto lirico: si va da indicazioni sul numero dei componimenti e sulla loro tipologia metrica, a rilievi sul periodo di composizione e sul tempo e i luoghi della storia, trascrivendo i componimenti iniziali e finali e passando in rassegna le articolazioni interne, i testi di anniversario, di pentimento religioso, di contenuto non amoroso. Particolare attenzione viene posta sui soggetti della comunicazione, cioè l’“io” poetico e il “tu”, nonché sugli eventuali destinatari storici. Il tasso di “narratività” del canzoniere viene poi misurato sulle modalità di progressione del senso e sulla frequenza delle connessioni intertestuali, oltre che sulle esplicite dichiarazioni di poetica. Dall’insieme di questi dati emerge in modo non dubbio il tipo e il grado di influenza, varia ma sempre magistrale, esercitata su ciascuno di questi autori dal Canzoniere per antonomasia, quello di Francesco Petrarca.

Mercoledì 6 dicembre alle ore 17:00 in aula 001 parleranno di quest’opera i curatori Tiziano Zanato dell’Università Ca’ Foscari di Venezia e Andrea Comboni dell’Università di Trento (e membro del Comitato direttivo di SEMPER) e Claudio Vela dell’Università di Pavia. Il Rettore Paolo Collini e il Direttore del Dipartimento di Lettere e Filosofia Fulvio Ferrari dell’Università di Trento introdurranno il dibattito.

Vi aspettiamo!

Annunci

Andrea Comboni su Vittorio Sereni

Vittorio Sereni (1913-1983) è uno dei poeti più importanti del Novecento. Tuttavia Sereni è stato anche un prosatore. Della sua scrittura in prosa ci parlerà il prof. Andrea Comboni, che sarà ospite di SEMPER martedì 6 ottobre e presenterà un intervento dal titolo Luce ed ombra nei miei ricordi d’infanzia. Alle origini di Sereni prosatore.

Vi aspettiamo alle 17:00 in aula 1, presso il Dipartimento di Lettere e Filosofia di Trento.

Comboni 2015 bis

Programma generale SEMPER 2015

Per il 2015 il Seminario permanente di poesia – SEMPER diretto da Pietro Taravacci e Francesco Zambon ritorna con dodici ospiti e un convegno internazionale. Tra gli ospiti ci saranno cinque poeti dall’Italia, dalla Spagna e dalla Repubblica ceca, e sette critici che parleranno di letteratura francese, russa, inglese e italiana.

Gli incontri, organizzati con il contributo del Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Trento, si terranno alle 17:00 presso il Dipartimento di lettere e filosofia in via Tommaso Gar 14.

Locandina 2015 - 2 copiaDi seguito il programma.

  • 24 Febbraio Luca Pietromarchi Le vin des amants di Charles Baudelaire
  • 10 Marzo Incontro con la poetessa Patrizia Valduga
  • 25 Marzo Incontro con il poeta Guillermo Carnero
  • 12 Maggio Incontro con il poeta Petr Kràl
  • 20 Maggio Caterina Graziadei Siamo fatti di luce. Il ciclo “Rembrandt. Acqueforti” di Iosif Brodskij
  • 9 Giugno Incontro con il poeta Italo Testa
  • 15 Settembre Andrea Mariani Strategie intersemiotiche nella poesia angloamericana: ecfrasi e sinestesia
  • 6 Ottobre Andrea Comboni «Luce e ombra nei miei ricordi d’infanzia»: alle origini di Sereni prosatore
  • 20 Ottobre  Nicolò Maldina Dante e la predicazione
  • 4-6 Novembre  Convegno internazionale
  • 17 Novembre Mariaconcetta Costantini Resistenza e innovazione: le strategie poetiche di Christina Rossetti
  • 1 Dicembre  Paolo Maccari L’opera poetica di Clemente Rebora (ore 14:00)

Potete scaricare la locandina in formato PDF cliccando qui

Un luogo magico per la poesia in dialetto: Santarcangelo di Romagna

SEMPER – Seminario Permanente di Poesia, coordinato dai proff. Pietro Taravacci e Francesco Zambon dell’Università di Trento giunge al suo decimo incontro del 2014, l’ultimo prima della pausa estiva. Questa volta l’ospite sarà il prof. Andrea Comboni, docente di Filologia Italiana a Trento.

Vi aspettiamo il giorno 11 giugno 2014 aula 110 ore 17:00 presso il Dipartimento di Lettere e Filosofia Via Tommaso Gar, 14 (Trento).

Comboni Semper 2014 jpg

L’intervento del prof. Comboni è dedicato a un luogo magico per la poesia in dialetto: Santarcangelo di Romagna. La cittadina romagnola, infatti, ha dato natali e lingua a tre poeti, coetanei e amici fra loro: Tonino Guerra, Nino Pedretti e Raffaello Baldini. Le loro diverse raccolte di versi in santarcangiolese hanno richiamato l’attenzione di numerosi critici e filologi, tra cui Gianfranco Contini, Alfredo Stussi, Dante Isella e Pier Vincenzo Mengaldo. Nell’incontro il prof. Comboni presenterà le tre diverse personalità poetiche, dando soprattutto voce ai loro testi. Una privilegiata attenzione sarà rivolta alle raccolte di Raffaello Baldini.

Come sempre è possibile scaricare la locandina dell’evento.

Calendario SEMPER febbraio-giugno 2014

La seconda edizione di SEMPER – Seminario Permanente di Poesia – prevede un calendario ricco di incontri. Lo scopo di SEMPER è portare avanti una riflessione sulla poesia quale atto creativo (la poesia come ars, lavoro artigianale sulle parole), oggetto ermeneutico (la poesia come linguaggio da interpretare e analizzare), momento di meditazione (la poesia come mezzo per esprimere una visione del mondo. Con questo spirito, nel Seminario si alterneranno critici di fama internazionale e poeti. Tra i poeti, gli italiani Luciano Cecchinel, Guido Mazzoni e Mario Benedetti ci parleranno della loro opera, mentre due poeti arabo-canadesi, Iman Mersal e Georges Abou-Hsab, affronteranno il tema della creazione lirica dal loro punto di vista di poeti migranti. Tra i critici María José Flores tratterà il poeta spagnolo J.M. Caballero Bonald; Mario Corona offrirà un’analisi della poesia di Walt Withman; Eva Varcarcel approfondirà il concetto di poesia come strumento di conoscenza in J.A. Valente; Pietro Taravacci presenterà l’opera dello spagnolo C. Rodríguez; Andrea Comboni chiuderà gli appuntamenti del primo semestre parlando dei poeti dialettali del Rinascimento. Si segnala inoltre un incontro di studio dedicato al “grande fabbro” della poesia novecentesca Ezra Pound, il cui interesse per il Medioevo, in rapporto alla sperimentazione modernista, sarà al centro della discussione condotta da Roberta Capelli e Massimo Bacigalupo, con gli approfondimenti di Corrado Bologna, Lorenzo Fabiani, Carlo Pulsoni e la partecipazione della figlia del poeta, Mary De Rachewiltz.

Ecco la locandina con il nuovo calendario:

Valcarceljpg

Potete scaricare QUI la locandina.