Gli attrezzi delle Muse – Convegno su poesia e musica

Da mercoledì 14  a venerdì 16 novembre si terrà il V Congresso internazionale di SEMPER – Seminario permanente di poesia diretto da Pietro Taravacci e Francesco Zambon  intitolato Gli attrezzi delle muse. Itinerari tra poesia e musica.

 

Il Congresso, organizzato con il supporto del Dipartimento di Lettere e Filosofia, del CeASUm – Centro di Alti Studi Umanistici e di LABORLET – Laboratorio letterario, si articola in tre sessioni, una dedicata al Medioevo e al Barocco, una dedicata al rapporto tra poesia e musica d’Arte nel Novecento, una dedicata al rapporto tra poesia e canzone pop.

Ventisette relatori si alterneranno per indagare i diversi aspetti di un rapporto, quello tra poesia e musica, che è da sempre una delle costanti della dimensione lirica.

Accanto alle relazioni si terranno alcune performance che metteranno in scena l’oggetto di questo convegno: il 14 novembre Rosaria Lo Russo Francesco Casciaro si esibiranno in uno spettacolo intitolato Poesia per musica e stampante ad aghi; il 15 novembre invece sarà il turno del duo MartayMicó con il loro Caleidoscopio; infine venerdì 16 novembre si assisterà a Récital a cappella: des Troubadours aux poètes contemporains.

Il 15 novembre è prevista anche una tavola rotonda – ospiti La rappresentante di listaAntonio Di Martino – dal titolo Verso, suono, performance. Dialogo sulla canzone.

 

I lavori del Convegno si svolgeranno presso il Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Trento, in via Tommaso Gar 14. Gli spettacoli Poesia per musica e stampante ad aghiCaleidoscopio e la tavola rotonda Verso, suono, performance, invece, si terranno in orario serale presso il Circolo ARCI “L’Arsenale”, in via degli Orbi 4.

Locandina attrezzi muse 2018SD.png

È possibile scaricare il pieghevole con il programma completo del convegno qui.

Il programma

Mercoledì 14 novembre • 14:30 • Aula 001

I sessione: dal Medioevo al Barocco

14:30 Apertura dei lavori

14:50 Marco Gozzi e Francesco Carapezza La canzone trobadorica

15:30 Paolo Canettieri e Francesco Zimei La lauda italiana

16:10 Discussione

16:30 Pausa

16:50 Gabriele Baldassari Le canzonette di Leonardo Giustinian e il fantasma della musica

17:20 Daria Castaldo, La lirica tradizionale spagnola nella Napoli barocca

17:40 John Butcher, Dramma musicale e oratorio barocco nelle Poesie postume (1671) di Antonio Abati

18:00 Discussione

18:20 Antonio Rossi Serafino Aquilano poeta e musico

18:50 Isabella Proia Huellas de poesía musicada en el Cancionero de Baena

19:10 Discussione

19:30 Sospensione dei lavori

21:30 • Circolo ARCI L’Arsenale 

Rosaria Lo Russo e Francesco Casciaro Poesia per voce e stampante ad aghi

***

Giovedì 15 novembre • 9:00 • Aula 001

II sessione: poesia e canzone nell’estremo contemporaneo

9:00 Claudio Giunta, Pura gioia

9:40 Alessandro Bratus, Discrepanze. La partecipazione della parola al discorso musicale nella canzone italiana contemporanea

10:20 Discussione 

10:40 Pausa

11:00 Mario Gerolamo Mossa, La voce come discorso figurale: spunti per una filologia dei testi poetico-musicali

11:20 Giulio Carlo Pantalei, Intersezioni postmoderne. La letteratura italiana nella musica angloamericana

11:40 Nicolò Rubbi, Composin’ Halleluja. Leonard Cohen, cantastorie tra musica e letteratura

12:00 Discussione

12:30 Pausa pranzo

14:00 Luca Zuliani Prima la musica e poi le parole

14:40 Gianluigi Simonetti, Le parole senza la musica. Osservazioni sul “caso” Dylan

15:20 Discussione

15:40 Pausa

16:00 Mariaelena Tucci, “Albatri e liberi arbìtri”. Baudelaire secondo il Nuovo Rap Italiano

16:20 Angelo Iermano, Fantasmi che deridono i vivi. Il caso di The André 

16:40 Stefano Pradel, Il grido della terra. “Blues del cementerio” di Antonio Gamoneda

17:00 Discussione 

17:20 Pausa

III sessione: poesia e musica d’arte nel novecento

17:40 Alberto Fassone, Orff e i Lieder

18:20 Vinicio Corrent: La generazione attiva negli anni 1910-1920

19:00 Discussione

19:30 Sospensione dei lavori

21:30 • Circolo ARCI L’Arsenale 

Verso, suono, performance: dialogo sulla canzone – con La Rappresentante di lista e Antonio Di Martino

MartayMicó Caleidoscopio

***

Venerdì 16 novembre • 9:00 • Sala Musica

III sessione: poesia e musica d’arte nel novecento

9:00 Stefano Maria Casella: “Le Testament de Villon” e “Cavalcanti”: “Sung Dramedies” di Ezra Pound

9:20 Monica Lanzillotta: Vittorio Sermonti e la musica

9:40 Fausto Maria Greco: Come illudersi nella musica? Ripellino e Mahler

10:00 Discussione

10:20 Rosaria Lo Russo Melologhi

10:40 Franc Bardou,  Hériter des troubadours occitans sans la musique?

11:00 Pausa 

11:20 Dibattito

12:20 • Sala Musica 

Muriel Batbie Castell Récital a capella, des Troubadours aux poètes contemporains

Annunci

8-9 novembre: convegno sulla lettera poetica

Anche quest’anno SEMPER – Seminario permanente di poesia diretto da Pietro Taravacci e Francesco Zambon organizza un convegno internazionale, dal titolo La lettera in versi. Il convegno si terrà in aula 001 presso il Dipartimento di Lettere e Filosofia di via Tommaso Gar 14, a partire dalle ore 14:30. È disponibile una versione del programma da scaricare qui.

Ulteriori informazioni dopo il break


Quello dell’epistola poetica è un genere particolare della scrittura letteraria. Solo apparentemente di limitata diffusione, in realtà essa è sempre presente nella tradizione delle lettere occidentali, a partire dalla poesia latina, dove da Lucilio a Catullo, fino alle Epistole di Orazio, è divenuto un vero e proprio genere poetico suo iure. Nelle letterature romanze medievali troviamo le epistole poetiche dei trovatori, come quelle di Guiraut Riquier («genere ibrido, dato che il contenuto è spesso teorico, se non didattico», secondo Segre), ma anche le lettere in versi dei personaggi inserite in alcuni romanzi in prosa, come il Tristan en prose o la Tavola Ritonda, nonché la corrispondenza poetica del Duecento italiano. Ancora, tra XV e XVII secolo, il modello oraziano (dalle Satire di Ariosto fino all’opera di Clément Marot e a Sappho to Philaenis di John Donne, per non parlare dei molti esempi di area spagnola, da Garcilaso a Lope fino a Quevedo e alle numerose epistole in versi nel teatro del Siglo de Oro) è molto vitale, mentre nello stesso periodo, in Italia, anche le Heroides ovidiane sono un modello alquanto diffuso. Nei secoli successivi gli esempi sono numerosi, spesso con funzione di poesia “militante”, di argomento letterario, morale, politico: in Francia Boileau e Voltaire, in Italia Foscolo o Leopardi, in Spagna le Epístolas en verso di Iriarte. Infine, il Novecento offre un panorama vario e complesso. Alle tipologie e alle funzioni tradizionali si sono aggiunte quelle legate alla riflessione sulla comunicazione o sull’incomunicabilità (di cui è paradigmatico esempio Rilke con Requiem für eine Freundin). Nella poesia contemporanea la lettera in versi sembra partecipare di quel movimento che porta il soggetto lirico a uscire da se stesso, mettendosi costantemente in questione, fino a svuotarsi, a protendersi alla ricerca dell’altro, di un tu concreto o generico, di una dimensione dialogica, di uno spazio collettivo e condiviso, talvolta anonimo o mitico, sviluppando una costante tensione tra presenza e assenza dell’interlocutore-destinatario.

Gli argomenti, dunque, sono molti, che si riflettono nella varietà di prospettive che il convegno vuole offrire. Come d’abitudine si confronteranno studiosi affermati e giovani ricercatori, che animeranno anche la tavola rotonda finale.

4° Convegno internazionale SEMPER – La lettera in versi 8-9 novembre 2016

SEMPER – Seminario permanente di poesia diretto da Pietro Taravacci e Francesco Zambon organizza il quarto convegno internazionale nei giorni 8-9 novembre. Il tema scelto per quest’anno è l’epistola poetica. Chi volesse partecipare deve inviare un abstract di massimo 300 parole accompagnato da una nota bio-bibliografica di massimo 150 parole all’indirizzo letterainversi (AD) gmail.com entro e non oltre il 10 luglio 2016. La selezione avverrà entro la fine di luglio.

Di seguito il testo integrale della call for papers, che si può anche scaricare in formato PDF cliccando qui.

Continua a leggere

Brevitas: prorogata la deadline per l’invio di proposte

Comunichiamo che il comitato direttivo di SEMPER – Seminario permanente di poesia diretto da Pietro Taravacci e Francesco Zambon ha stabilito di prorogare di dieci giorni la deadline per l’invio di proposte per il convegno Brevitas. Percorsi estetici tra forma breve e frammento nelle letterature occidentali, che si terrà nei giorni 4-6 novembre presso l’Università di Trento.

Un breve testo di presentazione e le linee di indagine proposte possono essere consultate a questo indirizzo.

Chi fosse interessato a inviare una proposta di comunicazione è pregato di inviare abstract e nota bio-bibliografica entro il 30 luglio all’indirizzo brevitas.trento@gmail.com

Mancano tre giorni alla chiusura della call for proposals per il convegno Brevitas! Affrettatevi a inviare la vostra!

Ricordiamo ai nostri lettori che hanno solo altri tre giorni per rispondere alla call for proposals indetta da SEMPER – Seminario permanente di poesia diretto da Pietro Taravacci e Francesco Zambon relativa al convegno Brevitas. Percorsi estetici tra forma breve e frammento nelle letterature occidentali.

Chi fosse interessato a partecipare può leggere qui il testo completo della call. Ricordiamo che le proposte, per interventi di 20 minuti, non più lunghe di trecento parole e accompagnate da una nota bio-bibliografica di massimo 150 parole, dovranno essere inviate entro il 20 luglio 2015 all’indirizzo brevitas.trento (AT) gmail.com.

Ancora due settimane per rispondere alla call for proposals per il convegno Brevitas

Ricordiamo ai nostri lettori che ci sono ancora due settimane per rispondere alla call for proposals indetta da SEMPER – Seminario permanente di poesia diretto da Pietro Taravacci e Francesco Zambon relativa al convegno Brevitas. Percorsi estetici tra forma breve e frammento nelle letterature occidentali.

Chi fosse interessato a partecipare può leggere qui il testo completo della call. Ricordiamo che le proposte, per interventi di 20 minuti, non più lunghe di trecento parole e accompagnate da una nota bio-bibliografica di massimo 150 parole, dovranno essere inviate entro il 20 luglio 2015 all’indirizzo brevitas.trento (AT) gmail.com.

Ancora tre settimane per rispondere alla call for proposals per il convegno Brevitas copy

Ricordiamo ai nostri lettori che ci sono ancora tre settimane per rispondere alla call for proposals indetta da SEMPER – Seminario permanente di poesia diretto da Pietro Taravacci e Francesco Zambon relativa al convegno Brevitas. Percorsi estetici tra forma breve e frammento nelle letterature occidentali.

 

Chi fosse interessato a partecipare può leggere qui il testo completo della call. Ricordiamo che le proposte, per interventi di 20 minuti, non più lunghe di trecento parole e accompagnate da una nota bio-bibliografica di massimo 150 parole, dovranno essere inviate entro il 20 luglio 2015 all’indirizzo brevitas.trento (AT) gmail.com.